• Piegatura lamiera

    Piegatura
    lamiera

    Risposte veloci senza rinunciare alla qualità

All’interno di un processo di altissima qualità, Arcobaleno completa la trasformazione dei pezzi tagliati e punzonati in azienda con un servizio di eccellenza: la piegatura lamiera.
Rapidità di esecuzione, conoscenza dei materiali e precisione sono i punti di forza dell’azienda.
Niente fermi macchine, niente pezzi da riordinare, niente pensieri! 

Le operazioni di piega vengono effettuate con:

  • presse piegatrici per piegatura manuale utilizzate da personale esperto e qualificato,
  • presse piegatrici per piegatura automatica asservite da robot.

Arcobaleno piega lamiere in lega, acciaio al carbonio, acciaio INOX, alluminio, rame, ottone.

piegatura robotizzata

Lavorazione piega e calcolo sviluppo:
la precisione del nostro team

La piegatura della lamiera consente di ottenere semilavorati e forme semplici o complesse ampiamente utilizzati nella manifattura. 
La piega è frutto di una flessione o deformazione della lamina prodotta dalla spinta del punzone in una matrice che, in base alla sua ampiezza, contribuisce a determinare il raggio di piega.

La conoscenza di tecniche, metalli e processi è fondamentale e Arcobaleno vanta un team qualificato a partire dall’Ufficio Tecnico dove il progetto si trasforma nella corretta programmazione della pressa piegatrice automatica fino all’operatore che manualmente piega la lamiera sulla base della sua esperienza.
La piegatura infatti cela una serie considerevole di problemi legati alle sollecitazioni prodotte all’interno dei metalli, primo su tutti il ritorno elastico.

All’interno di ogni lamina è presente una “fibra neutra” che si deforma ma non si allunga né contrae. Con la piegatura, le fibre esterne si stirano mentre quelle interne si comprimono e agiscono sulla fibra neutra, spingendola all’interno. Quando la fase di carico si conclude si ha quella di rilascio dove si manifesta il fenomeno del ritorno elastico ovvero il parziale recupero della lamiera che tende a tornare allo stato originale. Dopo il ritorno elastico si ha la deformazione / piegatura permanente.

Approfondimento: differenze tra piegatrici automatiche
o con operatore.

Arcobaleno investe continuamente in tecnologia per garantire lavorazioni di eccellenza, senza dimenticare l’esperienza dell’uomo, fondamentale quando la piegatura è manuale.

La scelta di utilizzare una piegatrice rispetto a un’altra dipende dalla commessa. L’obiettivo è quello di fornire i particolari in lamiera nei tempi concordati.

piegatura automatica

Area robotizzata per piegatura automatica: tempestivi coi grandi lotti

In azienda sono presenti isole con presse piegatrici robotizzate con attrezzaggio e carico/scarico automatici, che operano in autonomia giorno e notte anche per periodi prolungati. 
Il cambio automatico degli utensili è tutto a vantaggio della velocità di lavorazione. La scelta, la ricerca e il montaggio degli utensili corretti, infatti, richiede tempo, addirittura più del processo di piega, oltre a comportare uno sforzo fisico che, nell’arco della giornata, può incidere sul ritmo produttivo.

Le piegatrici automatiche selezionate da Arcobaleno garantiscono una precisione al decimo e la standardizzazione produttiva grazie a una puntuale ripetibilità dei pezzi, conformi al progetto del cliente.

Ideali per la produzione di grandi lotti di particolari ma flessibili anche per lotti di poche unità.

piegatura manuale

Piegatura manuale con operatore: uniamo esperienza a tecnologia

La qualità della piega è affidata all’esperienza di piegatori qualificati con una lunga esperienza sul campo e con percorsi formativi di alta specializzazione. All’operatore è infatti affidata la responsabilità di garantire precisione, accompagnando il movimento del pezzo in macchina per evitare i naturali spostamenti della lamiera. 
Non solo. La specifica abilità del team è supportata dalla tecnologia selezionata da Arcobaleno che consente di studiare il ciclo di piega più semplice e veloce a beneficio della produttività.

In azienda sono presenti 30 presse piegatrici elettriche con un campo di lavoro massimo di 4000mm per lavorare le lamiere senza problemi di dimensione, dai piccoli ai grandi particolari.

Ideale per la produzione di piccoli lotti.

Piegatura profili di piccolo raggio:
meglio la pannellatura

La piegatura dei materiali laminati è una fase di lavorazione indispensabile per la realizzazione di svariati manufatti in tanti settori, dall’edilizia all’industria dei grandi elettrodomestici. In certi ambiti, come prodotti per il riscaldamento o il raffreddamento degli ambienti, dove l’oggetto arreda, la cura estetica dei pannelli esterni e la precisione nell’angolo di piega (generalmente di piccole dimensioni) contribuiscono alla qualità finale del prodotto. 
Quando arriva un ordine di questo tipo, Arcobaleno procede alla lavorazione delle lamiere con una macchina ad hoc: la pannellatrice.

La produzione di lamiere con bordi dal minimo raggio di piega, infatti, ha un nome specifico: pannellatura. Le pannellatrici sono la soluzione ideale per la produzione di pannelli per industria del bianco, caldaie, condizionatori, arredi (scaffali, ripiani, arredi per catering), armadi industriali, facciate continue etc..

Desideri maggiori informazioni? Contattaci compilando il form

Logo arcobaleno
Via Virgilio, 57/b | 46042 Castel Goffredo (MN) | Italia
P.IVA: IT01480770203 | Tel: +39 0376.78.09.88
Mail: info@arcobalenolamiere.com

© Arcobaleno lamiere.